Capitani coraggiosi

Pubblicato gennaio 18, 2012 da labiondaprof

Sono giorni che, come tutti, sono bombardata da notizie sul naufragio della nave all’isola del Giglio.  I media si sono buttati a pesce (è il caso di dirlo…) sulla figura del Comandante Schettino. Infame, vigliacco, in fuga, irresponsabile, capace solo di abbandonare la sua nave e le migliaia di persone di cui era responsabile, pronto a giustificare la sua fuga. Così lo definisce la stampa. E poi la telefonata con la Capitaneria di porto: ascoltarla mette i brividi. L’ho ascoltata una volta. Una sola, perché poi non ce l’ho fatta più. Sembra un film, non può essere la realtà. Il Sordi de La Grande Guerra. Il capitano che scende dalla nave e chiede alla capitaneria di porto quanti sono i morti sulla sua nave, per sentirsi rispondere “Ma deve dirmelo lei”. Non trovo le parole.

Però mi vengono in mente quelle di Manzoni su Don Abbondio, vaso di coccio in mezzo ai vasi ben più resistenti. “che uno il coraggio non se lo può dare”
O le parole di Machiavelli sull’uomo: Perché degli uomini in generale si può dire questo: che sono ingrati, volubili, simulatori e dissimulatori, fuggitivi davanti al pericolo, avidi di guadagno; e mentre fai loro del bene sono tutti dalla tua parte e ti offrono il sangue, i beni, la vita e i figlioli, come ho detto precedentemente, quando il bisogno è lontano; ma quando il bisogno ti si avvicina, ti si rivoltano contro. (Capitolo XVII del Principe)
 
E quelle di Guicciardini:

134. Gli uomini tutti per natura sono inclinati piú al bene che al male; né è alcuno el quale, dove altro rispetto non lo tiri in contrario, non facessi piú volentieri bene che male; ma è tanto fragile la natura degli uomini, e sí spesse nel mondo le occasione che invitano al male, che gli uomini si lasciano facilmente deviare dal bene. 
 
E condivido anche quello che scrive Massimo Gramellini sulla Stampa:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=41&ID_articolo=1122&ID_sezione=56
 
Invece sull’iniziativa di chi ha già stampato e venduto le magliette con la scritta “Vada a bordo, cazzo”… No comment
Annunci

4 commenti su “Capitani coraggiosi

  • Anche io condivido moltissimo Gramellini sulla Stampa (il miglior attuale giornale italiano, a mio avviso, tra i quotidiani). E sono d’accordo con te. Aggiungo anche che sembra sfuggire ai più che:
    – questa puttanata dell’inchino alla costa è una cosa che è stata non solo tollerata, ma voluta da sempre, e che Schettino diventa quindi la vittima di una mala pratica diffusa che racchiude in sé la fotografia di un paparazzismo d’accatto (i poveri che si affacciano a vedere la ricca nave che si inchina e fanno “oooh”: disgustoso) veramente triste;
    – voglio sperare che una nave del genere non sia nelle mani di un solo ‘guidatore’: è abbastanza evidente che non debba essere così; e se davvero così è, visto che oramai gli ultrasuoni ci sono pure per aiutare chi guida le utlitarie nei parcheggi, ancora una volta la colpa non è di Schettino solo, ma di un sistema;

    Di Schettino trovo che una cosa davvero sia ingiustificabile: avere dato l’allarme così tardi. Questo non è mancanza di coraggio, è arroganza e stupidità. E che la guardia costiera debba sapere dell’incidente perché un passeggero ha chiamato il 113, è francamente fuori luogo.

  • @povna
    D’accordo sulla Stampa. Anche su tutto il resto. E d’accordissimo soprattutto che non aver dato l’allarme, da parte di Schettino, sia stata arroganza e stupidità, cioè proprio l’incapacità di capire la reale situazione e di agire facendo la cosa giusta. Poi la mancanza di coraggio sta nel fatto di essere sceso dalla nave e di non aver fatto quello che doveva, cioè gestire la procedura di evacuazione di tutti i passeggeri… si è limitato a gestire la sua.

  • @destinazioneestero.
    Ho dato una sbirciatina, sostanziosa in realtà, al tuo blog. Penso che tu abbia fatto una scelta di vita molto coraggiosa, ed è interessante leggerti. Poi se hai vagato per le scuole della Bergamasca, ti sei temprata… scherzo, ma non troppo;-)
    Ho visto anche il sito annoscolastico: mi sono piaciuti molto i cruciverba sui vari periodi storici e le mappe concettuali. Complimenti, torno sicuramente a trovarti. E ti aspetto qui quando vuoi:-)

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: