Uomini

Pubblicato marzo 5, 2012 da labiondaprof

Il funerale, ieri, di Lucio Dalla.
Le parole del suo compagno, e il suo pianto.Ho guardato mio marito, il borgomastro, e a bruciapelo gli ho chiesto: “Ma tu non li avresti sposati, due che si amavano così?”. Lui non mi ha risposto, però mi ha guardato, ed aveva gli occhi lucidi.

Aggiungo solo una poesia bellissima, che ho conosciuto tramite un film, magari soppravvalutato ma divertente, degli anni Novanta.

Funeral blues

Fermate tutti gli orologi, isolate il telefono,
fate tacere il cane con un osso succulento,
chiudete i pianoforti e fra un rullio smorzato
portate fuori il feretro, si accostino i dolenti.

Incrocino gli aereoplani lassù
e scrivano sul cielo il messaggio Lui È Morto,
allacciate nastri di crespo al collo bianco dei piccioni,
i vigili si mettano i guanti di tela nera.

Lui era il mio Nord, il mio Sud, il mio Est ed il mio Ovest,
la mia settimana di lavoro e il mio riposo la domenica,
il mio mezzodì, la mezzanotte, la mia lingua, il mio canto;
pensavo che l’amore fosse eterno: avevo torto.

Non servono più le stelle: spegnetele anche tutte;
imballate la luna, smontate pure il sole;
svuotatemi l’oceano e sradicate il bosco;
perché ormai nulla può giovare.

— Wystan Hugh Auden

Advertisements

5 commenti su “Uomini

  • Poi, stendiamo un velo pietoso sull’ipocrisia delle gerarchie ecclesiastiche…
    primo: perché no alle sue canzoni durante la messa?
    secondo: dichiaratamente gay ma ricco e famoso, va bene, gli facciamo il funerale in pompa magna e facciamo anche parlare il suo compagno. e se fosse stato un povero cristo qualunque?

    Quando in Italia il matrimonio civile sarà aperto a tutti, sarà sempre troppo tardi.

  • @noisette
    ah, sull’ipocrisia delle gerarchie ecclesiastiche ne avrei a dozzine, avendo anche insegnato in ben tre scuole paritarie, due gestite da suore e una da frati…mi limito a citarti delle parole che ben ricorderai, dai Promessi Sposi: “Troncare e sopire, mi raccomando, sopire e troncare…”
    sempre attuali, vero?
    @destinazioneestero
    Sono contenta che ti piaccia la poesia, a me commuove sempre leggerla.
    Il compagno che diventa “amico”, certo c’è ipocrisia e confusione. Conosco preti che non danno la comunione ai separati e preti che la danno, anche lì c’è troppa confusione…

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: