Orgoglio padano? Cecco Angiolieri 2012

Pubblicato aprile 9, 2012 da labiondaprof

Martedì sera, a Bergamo, alla Fiera (sì, quella dove si è svolta Lilliput, la manifestazione per bambini e genitori), si terrà una manifestazione per l’orgoglio padano.

Orgoglio padano? Più di 2500 militanti, attesa la presenza dei big del partito della Lega, forse anche dello stesso Bossi.

Insomma, la mia terra non ha ancora assorbito il colpo. Io posso dire che, vivendo in mezzo ai leghisti, ho visto la cosiddetta base iniziare a mugugnare dalla discesa in campo del Trota. E anche nei momenti del bunga bunga e delle grane giudiziarie dei festini di Arcore, molti si chiedevano perché mai l’alleanza con Berlusconi dovesse essere proprio così di ferro. E poi le inchieste su Davide Boni, presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, e altri.

La misura non è colma? I duri e i puri se la prendono solo con Rosy Mauro, da anni chiamata la badante, e con il suo amico-fidanzato-gigolò? O con il Trota che, obiettivamente, non trasuda carisma, fiuto politico e vasta cultura? (Ma poi, 20.000 euro per il tutor per le maturità? Quante ore di lezioni private ha dovuto fare il Renzo? Considerato quanto poco si paga un insegnante, scuola pubblica o privata non cambia, migliaia e migliaia di ore…)

Null’altro? Magari il fatto che dopo 20 anni in cui parlano di federalismo, non sono riusciti a fare nulla? Che l’alleanza con Berlusconi non ha prodotto nessuno di quei risultati in nome dei quali la base ha mandato giù i rospi delle leggi ad personam? Che ormai l’impressione è che quelli che urlavano Roma ladrona in fondo si trovino così bene a Roma da non volerla mollare più, la cadreghina?

Così ho pensato ad un discorso in rima, che qualcuno potrebbe pronunciare martedì sera, dopo essersi alzato da una sediolina padana della Fiera di Bergamo (Padania, ovvio) alla manifestazione padana dell’orgoglio padano.

Ecco l’intervento padano, che un vero padano, novello Cecco Angiolieri padano, potrebbe far risuonare alle orecchie padane dei 2500 padani che si ritroveranno martedì sera:

S’io fosse leghista (Cecco Angiolieri 2012)

S’i fossi leghista, arderei Gemonio
s’i fossi padana, la tempestarei;
s’i fossi il Trota, i’ m’annegherei;
s’i fossi militante, mandereil’ en profondo;
s’i fossi prof, allor serei giocondo,
ché tutti i figli di Umberto boccerei ;
s’i fossi un borgomastro, sa’ che farei?
a Rosy Mauro mozzerei lo capo a tondo.
S’i fossi Miglio dalla tomba sorgerei;
s’i fossi Renzo, mi vergognerei;
similemente faria per mi’ madre.
Si fosse bergamasca  com’i’ sono e fui,
torrei gli onesti e i leggiadri:
e i Calderoli lasserei altrui.

Ecco l’originale qui sotto:

S’i fossi fuoco, arderei ‘l mondo;
s’i fossi vento, lo tempestarei;
s’i fossi acqua, i’ l’annegherei;
s’i fossi Dio, mandereil’ en profondo;
s’i fossi papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s’i fossi ‘mperator, sa’ che farei?
a tutti mozzerei lo capo a tondo.
S’i fossi morte, andarei da mi’ padre;
s’i fossi vita, fuggirei da lui;
similemente faria da mi’ madre.
Si fossi Cecco com’i’ sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
e vecchie e laide lasserei altrui.

Annunci

8 commenti su “Orgoglio padano? Cecco Angiolieri 2012

  • Ciao prima di tutto: è un po’ che ti seguo ma non ho mai commentato… 🙂
    Post molto interessante dal punto di vista della sociologia “padana”, e il sonetto di Cecco rivisitato in chiave “padana” è da sganasciarsi dalle risate… 🙂
    Una domanda però mi sorge spontanea: da dove hai tratto quella versione del sonetto? Io, a memoria (forse “deandreianamente” contagiata… mah!), me la ricordo in alcuni punti diversa: “s’i fosse vita fuggirei da lui” e “e vecchie e laide lasserei altrui”. Son piccolezze comunque, che non guastano il godibilissimo “rovesciamento parallelo”! 😉
    (Sì, “rovesciamento parallelo”… esistevano le “convergenze parallele” potrà ben esistere anche il “rovesciamento parallelo”… o no???)

  • @matemauro
    Grazie per la visita e il commento, innanzi tutto. Hai ragione: il fatto è che avevo rimaneggiato l’originale per farne la parodia, e poi l’ho salvato… non esattamente originale. Ho corretto:-)
    Dopo le convergenze parallele, tutto può esistere, credo…

  • Bello il sonetto, grazie delle considerazioni. Parlare di orgoglio padano è un po’ come parlare di tigri vegane o di serpenti che camminano eretti – qualcosa di difficile da comprendere, soprattutto qua in Toscana.
    Stiamo a guardare, non mi sembra che si possa fare altro, per ora…

  • ciao, grazie per questo topic. Rido amaro anch’io, con la segreta speranza che possano cadere un po’ di fette di salame dagli occhi di tanta gente…anche se dubito, dopo aver visto “l’orgoglio padano” l’altra sera, credo che si bevano di tutto, oltre che il vino.
    Ti ho trovato leggendo in rete un tuo intervento, e ti segurò.
    Metterò anche il tuo blog nella mia blog roll…
    un caro saluto
    Giuliana

  • @povna
    🙂
    e ti ho risp in pvt:-)
    @murasaki
    sì, a vederla dalla Toscana la questione dell’orgoglio padano può sembrare lontana, ma in realtà può avere ripercussioni sul resto del Paese..
    @noisette
    eh, lo so che sei lombardissima. Hai esondato in Piemonte per amore, del resto: “Quando l’amur al ghè, la gamba la tirà ol pè”. Per i non lombardi: quando l’amore c’è, la volontà segue, e tutto si può fare:-)
    @Giuliana
    sì, riso amaro. Io amo la mia terra a i miei conterranei, ma a volte…tristezza padana! Grazie per avermi inserito nei tuoi link: passo a trovarti prestissimo:-)

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: