Vento d’estate: blocchi e segnali di fumo

Pubblicato luglio 16, 2012 da labiondaprof

Ecco, ci sono caduta in pieno.

Come disse qualcuno: “Dato che il secondo libro è il più difficile, passerei direttamente al terzo”. Possiamo parlare tranquillamente di blocco dello scrittore, anzi, della scrittrice.

 

E poi, dedicato a qualcuno che a volte mi legge… (e io so che capirà, anzi, capiranno, femmine e maschi).

Fumare

Fumare fa male. Oltre a far spendere un sacco di soldi. Teneteli e comprate qualcosa di più cool.

Fumare non ti rende più figo/più figa.

Fumare fa venire le rughe, i denti gialli, l’alito cattivo. E altre cosette, tipo malattie cardiovascolari, tumori vari, e mille altre schifezze magari non mortali, ma insomma.

Fumare non ti farà sembrare più simpatico/simpatica

Fumare non ti farà sembrare la regina della festa, o il bello e dannato della serata.

Fumare non conferisce carisma, classe, stile o “un look pazzesco”.

Fumare fa immediatamente capire che si ha bisogno di un bastoncino per sentirsi sicuri… praticamente è un ciuccio per adolescenti. Volete anche il bavaglino?

E poi: nessuno vorrà baciare una seconda volta una ragazza se la prima volta ha avuto l’impressione di baciare un posacenere…

e vale anche per i maschi, sappiatelo.

Le fotografie si riferiscono ovviamente ad un giovane Keith Richards (prima) e ad un mal conservato Keit Richards (dopo)

Rimane sempre uno splendido chitarrista e l’anima dei Rolling Stones, ma insomma, sembra avere 120 anni…

Advertisements

2 commenti su “Vento d’estate: blocchi e segnali di fumo

  • Ti proibisco di avere il blocco dello scrittore: a me leggerti, sia in forma di blog, sia nella forma del libro, piace moltissimo e non ho alcuna intenzione di rinunciarvi, sappilo!
    Sul fumo, aggiungo una postilla: fumare crea dipendenza, e dopo può succedere che sia necessario smettere e sia molto difficile farlo – parola del mio alunno Corto Maltese…

  • @povna
    I blocchi vanno e vengono, credo… SUl fumo: hai preso proprio il punto, gli alunni o ex alunni. Tutti quei corsi sulle dipendenze, sui danni del fumo (alcool etc) e poi, poche settimane dopo la fine della scuola, eccoli lì, ed eccole lì, ad aspirare con voluttà e gioia le loro prime sigarette. Mi consola pensare che la maggior parte di loro smette prima di iniziare davvero…

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: