La Bionda, il Giornalista e la Biondina: Labiondaprof e Beppe Severgnini

Pubblicato settembre 2, 2012 da labiondaprof

Ora lo posso raccontare.

Uno degli incontri più piacevoli di questa lunga estate è stato quello, assolutamente fortuito e fortunato, con il giornalista Beppe Severgnini. Dove? Come? Quando? Perché?

Partiamo ab ovo, dall’inizio insomma.

Leggo Severgnini da molti anni: l’ho scoperto grazie a Montanelli, mio mito del giornalismo (oltre che per i suoi libri sulla Storia d’Italia). Il primo libro che ho letto di Severgnini, durante un’estate al mare nei primi anni Novanta,  si intitolava Inglesi, e mi è piaciuto subito.

Mi piace il suo modo di scrivere, il suo modo di osservare la realtà e presentarla al lettore. Mi piace il fatto che ha vissuto all’estero, ha viaggiato e viaggia molto, ha una mente aperta ma vive ancora nella sua cittadina, Crema. Che tra l’altro conosco bene perché è vicina alla mia cittadina natale, ed è una meta usuale per aperitivi, shopping in centro, gelato in piazza Duomo.

Un provinciale cosmopolita insomma, un lombardo con gli occhi aperti sul Mondo, che non dimentica però da dove arriva. Che ama conoscere e raccontare, che cerca il confronto ma sa bene chi è e quali sono le coordinate della sua vita.

Credo di aver letto quasi tutti i suoi libri. L’ho visto in tv, in varie trasmissioni. L’ho ascoltato a CortinaIncontra, anni fa, e a Bratto pochi anni fa, quando presentava Il manuale del perfetto interista (che possiedo, autografato). L’ho intravisto due o tre volte a Crema, anni fa, quando il figlio era ancora bambino.

Infine, l’ho incontrato. Durante uno degli ultimi giorni di agosto, in un supermercato di Dorga (Passo della Presolana, Bg), dove io trascorro spesso qualche giorno in agosto e lui possiede da anni una casa. Ne ha scritto tante volte: le sue estati da ragazzino, le sue prime volte sugli sci al Monte Pora, le sue vacanze in famiglia.

Comunque, ecco qui com’è andata.

Mi aggiravo placidamente per cercare un rotolone pannocarta per la cucina e ho visto un uomo che cercava la carta stagnola. Lo guardo e penso Ma guarda come assomiglia a Beppe Severgnini. Poi lo guardo meglio e mi dico Massì, è lui.

Così mi esce spontaneo un bel “Buongiorno!” con un sorriso smile. Lui, gentilissimo, mi saluta e io inizio a fargli i complimenti per i suoi libri, gli racconto che l’ho sentito presentare un suo libro qualche estate fa. E poi, senza star troppo a pensarci, gli ho raccontato del mio libro, di come il titolo sia ispirato ad alcuni dei suoi libri, del travagliato percorso che ha portato alla sua pubblicazione. Il tutto mentre La Biondina si aggirava incuriosita, mia mamma la placcava per portarla via e lasciarmi parlare un po’ tranquillamente e altre persone si avvicinavano per salutarlo e fargli i complimenti. Ad un certo punto una signora che non riusciva a ricordare il numero del cellulare  per effetturare la ricarica gli ha chiesto aiuto, forse senza riconoscerlo, e lui, con disponibilità e gentilezza estrema ha armeggiato con il cellulare per dieci minuti buoni, tra schede, chiamate incrociate con il suo per registrate il numero, consigli sulle ricariche etc. Insomma, una persona “famosa” assolutamente priva di spocchia, ma gentile e disponibile. E, per la mia esperienza, sono poche davvero.

Così l’ho salutato con la promessa di scrivere al suo Italians, sul Corriere della Sera, per raccontare qualcosa di più del libro.

Ed ecco qui la lettera, pubblicata:

http://italians.corriere.it/2012/09/02/editori-imperfetti-e-mariti-letterari/

Grazie, Beppe Severgnini, e W la Presolana. E gli incontri inaspettati: cercavo un pannocarta ed ho trovato un giornalista. La chiamano serendipity, vero?

 

14 commenti su “La Bionda, il Giornalista e la Biondina: Labiondaprof e Beppe Severgnini

  • Caspita che bello! A luglio, in un we, ho visto a Bressanone il prof. Dorfles. Son rimasta di stucco dalla sorpresa, come una quindicenne al vedere la sua rockstar preferita, e non son riuscita a dirgli nulla come una fessa.

  • @povna
    ogni tanto viene il sospetto di un geniale sceneggiattore, sì…
    @pellons
    di solito anche io mi blocco, ma stavolta è andata così 🙂
    @sempremamma
    non ti piaceva la colonia? però i posti son bellini, dai…
    @destinazioneestero
    grazie 🙂

  • Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: