La fiera delle castronerie: il mio venerdì del libro

Pubblicato ottobre 26, 2012 da labiondaprof

In questi giorni di bastoni e carote, classi sovraffollate, 18 e 24 ore, consigli, corsi extra, professori fannulloni e allora io perché da 3 settimane non riesco ad andare dalla parrucchiera, dicevo, in questi giorni di colleghi alla Shining, ho bisogno di sorridere.

E allora ecco La fiera delle Castronerie, di Jean Charles. Ho scoperto che lo vendono su ebay: io ne possiedo una copia, regalo di uno zio franco-pavese, lo zio P .

Il libro infatti raccoglie meravigliose perle di scolari francesi della metà del secolo scorso. Ecco qualche esempio:

La mia famiglia è composta da mia madre, mio padre e me. Io sono il più giovane.

Tornò dalla guerra con una gamba che aveva perso.

Il gatto è un animale circondato da peli. Inizia con la testa e finisce con la coda. È un filino, perché ha i baffi che sembrano fil di ferro. Quando ha voglia di fare dei piccoli li fa. In quel caso si chiama gatta.

Al tempo dei Romani la Francia si chiamava Gallia e i suoi abitanti erano i Galli, che stavano dentro capanne di legno, allevando galline, anatre e dolmens. Erano dei guerrieri feroci, che bevevano l’idrogeno nel cranio dei loro nemici.

Dopo la vittoria di Dobbiaco, Clodoveo ab­bracciò il sedere di sua moglie che era la fi­glia prediletta della Chiesa. Trecentomila soldati lo imitarono e Clotilde fu veramente contenta.

Gli egiziani hanno inventato la scrittura. Scrivevano su papaveri e disegnavano le figure sulle odalische di pietra.

Advertisements

7 commenti su “La fiera delle castronerie: il mio venerdì del libro

  • Lo ammetto, non amo questo genere di libri, anche se ne apprezzo la portata archeologica, in questo caso.

    Sul resto, che dire?, il problema è riassunto nella tua descrizione. Tu non riesci ad andare dal parrucchiere, ma hai colleghi alla Shining. I quali, purtroppo, non ci devono essere, sono tanti e giustificano ampiamente la percezione del paese reale.

  • @Perboni
    si tratta di un libro davvero carino, fidati 🙂 (come il tuo, del resto…)
    @povna
    i giorni non sono passati e non sono ancora riuscita ad andare dal parrucchiere…argh
    @Stefania
    bentornata. Il libro è divertente, davvero 🙂
    @Moonlitgirl
    io ho bisogno davvero di 4 risate, ultimamente…Bentornata
    @DIariomagicaavventura
    Bentornata. se ti capita, leggilo, è carino carino!

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: