Ancora le 24 ore: all day long

Pubblicato novembre 14, 2012 da labiondaprof

Allora, per Profumo e per chi dice che 18 ore settimanali di lezione frontale sono poche, potrei raccontare che:

  • oggi è il 4°  mercoledì di seguito che sono a scuola dalle 15 alle 18. Perché?Consigli di classe, riunione per elezioni dei rappresentanti dei genitori, corso di affettività obbligatorio, progettazioni di classe.
  • che ho un pomeriggio fisso di lezione, e tutte le mattine impegnate. Già, perché le ore buche si passano a correggere, preparare lezioni e verifiche,verifiche personalizzate, graduate e carte su Pep, Gite, Corsi affettività, Corsi dipendenze, Corsi alla cittadinanza e altre cartacce che il diavolo se le porti
  • che io ricevo il lunedì, ma ho mamme che lavorano e mi chiedono se possono venire a colloquio con me il sabato, o dopo le 13, o il pomeriggio alla fine delle lezioni. Cosa faccio, dico di no? Però il mio dentista non mi dà appuntamento il sabato solo perché io lavoro. Lui è considerato un professionista, io una prof che, se vuole, può trovare tempo extra da “regalare” a genitori o colleghi o altro
  • che mediamente, dopo 4 ore di lezione di seguito senza poter lasciare le classi, andare in bagno, bere o mangiare, rilassarmi 3 minuti, smettere di stare in allerta insomma, sono più stanca di un’impiegata che magari, se il capoufficio non incombe 8 ore al giorno, lavora con calma, va in bagno quando vuole, nfila una telefonata personale, una pausa caffè e un giro su facebook. (o su siti di gossip).

Ma tutte queste cose le ho già lette in mille siti di insegnanti, a volte con tono simpatico e dissacrante, a volte con tono corporativo e lamentoso.

Invece, preferisco riferire un episodio fresco di giornata: un mio alunno, alla 3 ora di seguito passata insieme, dovendomi chiedere una chiarificazione su un esercizio, in tutta scioltezza mi si rivolge chiamandomi così: Mamma, ma… Poi si ferma, diventa rosso, tutta la classe ride e rido anche io. Lui sospira e poi sorride. E l’incidente si chiude così, con me che, ancora sorridendo, proferisco: No, ma dimmi, dimmi…

Che ne dice, Ministro? Non è il segno che forse gli insegnanti passano addirittura troppe ore a scuola? Al punto da essere identificati con una sorta di mamma putativa?

Puntualmente, almeno due volte l’anno, nelle classi prime si ripete questo episodio; una volta, anni fa, sono stata apostrofata con Papà…

Forse ero un po’ più autoritaria in quella classe, non so.

E ora, scusate, devo andare al corso di affettività.

Ah, per fare l’insegnante fannullona aspetterò il mio giorno libero, che non è diritto, ma solo prassi, perciò un anno c’è e l’anno seguente può non esserci più.

Advertisements

7 commenti su “Ancora le 24 ore: all day long

  • Buonasera Prof. Cosa è un corso di affettività? Spero non sia qualcosa che insegni ai docenti a trattare in modo consoni gli alunni, perché in questo caso …siamo rovinati!!!!!!!!
    Ma scusa, chiedo da profana, in generale una maestra non dovrebbe essere affettuosa “del suo”????????? 😉
    A presto e buon lavoro “affettuoso”.
    Paola

  • Anche io sono curiosa sul corso di affettività. Per il resto, oggi, mio giorno libero, sono andata a scuola per delle riunioni coi DSA. Io. Invece, per dire dagli Anatri, una buona parte del CdC non scioperante non è comunque proprio pervenuta.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: