Anteprime: Guida poco che devi bere di Maurizio Corona

Pubblicato giugno 12, 2013 da labiondaprof

Eccolo qui, uno dei miei scrittori preferiti, per ragioni antropologiche, prima ancora che letterarie.

Il vino, e l’acqua.

Al vin e l’aga, nella lingua di mia madre, che è poi la sua, la stessa di Corona, con poche, impercettibili varianti (questioni di pochi km). Lingua dura, aspra, intrisa di acqua, ghiaccio, neve e macchie verdi. Pini, abeti, larici, ginepri, rododendri, genziane. Poche stelle alpine, ormai. Mugo, resina e  sole caldo che spacca le pietre, dopo il gelo dell’inverno. Il vino, consolazione delle lunghe serate fredde, in inverni che sembrano non finire mai. Eterni, Dante direbbe etterni, che etterni durano.

Invece poi finiscono, e arriva una breve estate. Che porta le vipere, e i turisti. Che non si sa chi causa meno danni…

No sta pì bei vin, bei aga.

(Smetti di bere vino, bevi invece acqua).

Disse un avventore nel bar, prima di cadere lungo disteso per terra. Un esempio classico di “Fate quello che dico, non fate quello che faccio”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: