#Giornatamondialedellapoesia: caviardage e alunni

Pubblicato marzo 21, 2015 da labiondaprof

Oggi, 21 marzo, è la Giornata mondiale della Poesia.

La poesia, a scuola, è spesso vittima di un insegnamento caratterizzato da tecnicismo: conta le sillabe, e individua lo schema metrico, e sottolinea le figure retoriche, e fai la parafrasi, e trova le assonanze. E il tema, il messaggio, il significato. Il testo, il contesto e il paratesto.

Insomma, a volte bisogna risalire alle fonti: poesia come musica, ritmo, parola.

E allora, ecco la tecnica del caviardage. Ricetta:

-Si prende una poesia, magari attinente ad una tematica studiata (nel nostro caso, l’Amore). Anzi, tante poesie, così il lavoro è più vario: più testi poetici, di autore diversi, di diversi periodi e stili. Ma tutti sullo stesso argomento.

-Si stampano, su foglio bianco, con un carattere grande

-Si distribuiscono agli alunni, dotati di forbici, carta, colla e colori

-Si spiega la tecnica del caviardage

– Si lasciano liberi di sottolineare, colorare, annerire, pasticciare creativamente quella che è diventata ormai la loro nuova poesia

Ecco i risultati:

alessia

clara

elisa

francescoglorialavpreetmaneshnicolesimone

Advertisements

7 commenti su “#Giornatamondialedellapoesia: caviardage e alunni

    • In realtà regole precise non ce ne sono… Solo uno deve cercare di annerire il più possibile per incorniciare poche parole, significative per lui. Poi si può decorare, colorare, incollare, glitterare come si vuole…

  • Bello, bellissimo, grazie.
    Sulla poesia ricordo sempre “l’attimo fuggente”: ‘noi leggiamo e scriviamo poesie perché [… siamo pieni] di passione.[…] la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, [l’emozione] sono queste le cose che ci tengono in vita’.

    Secondo te, perché ci hai mostrato produzioni di 3 maschi su 9 ? Hai meno maschi in classe? Fanno più fatica? Sono più superficiali? Sono meno artistici? Magari mi dai qualche idea da suggerire ai cuccioli. Grazie.

  • Ciao, anche a me piace come si parla di poesia nel film “L’attimo fuggente”…
    Riguardo ai testi: semplicemente, ho scelto quelli che mi piacevano di più, che erano più colorati e realizzati con maggior cura. Non so se è un caso che solo 3 siano di maschi, forse sono stati più affrettati e superficiali in questo lavoro; a volte capita. In compenso, alcuni di loro sanno scrivere temi profondi e che dimostrano una vera sensibilità: si esprimono in prosa e non in poesia…

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: