poesia

Tutti i post nella categoria poesia

Sono nata il 21 a primavera: 85 primavere

Pubblicato marzo 20, 2016 da labiondaprof

alda-merinis-85th-birthday-5112152459313152-hp

Avrebbe compiuto 85 primavere oggi: Alda Merini.

Sono nata il 21 a primavera

Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera.

(da “Vuoto d’amore”)

 

 

 

#dante750: Il mio Dante

Pubblicato maggio 23, 2015 da labiondaprof

Dopo lungo silenzio, torno con due novità.

La prima: a giugno uscirà il mio nuovo libro. Un romanzo rosa, per la casa editrice Centoautori.

La seconda: da oggi inizio un nuovo  progetto, a cui ho molto pensato nei mesi scorsi. Il 2015 è il 750 anniversario della nascita di Dante Alighieri. Come studentessa, l’ho amato alla follia. Come docente di Lettere, lo studio, lo spiego, lo leggo e lo rileggo da molto tempo. Quindi, ecco il mio impegno per i prossimi mesi: ripercorrere la Divina Commedia a suon di tweet. Un tweet al giorno, un tweet per ogni canto dell’Inferno. E poi del Purgatorio. E poi del Paradiso.

Ho un nuovo twetter per l’occasione, con questa immagine nel profilo, una Beatrice bambina. Bea2.0

Bea2.0Buona lettura.

#ioleggoperché: cita un libro, di nuovo.

Pubblicato marzo 29, 2015 da labiondaprof

Con questa citazione partecipo al gioco inventato dalla povna, collegato all’iniziativa #ioleggoperché

Il giudice di questa settimana, Murasaki, ha stabilito il tema: la Morte.

A me più che una citazione letteraria, era venuto in mente la scena della Morte che gioca a scacchi nel capolavoro di Bergman (Il settimo sigillo), però poi la mia anima romantica, alla Sturm und Drang, ha prevalso, ed ecco il binomio, eterno di Amore e Morte.

Perciò, il Cantico 8: la Morte forte come l’Amore. E viceversa.

 

#ioleggoperché poi rileggo: Memorie di Adriano

Pubblicato febbraio 21, 2015 da labiondaprof

Io leggo molto. Poi, spesso, ri-leggo. Rileggere i libri che mi sono piaciuti, in diverse età della vita, è come incontrare di nuovo un amico che avevi perso di vista.

Ci sono libri che ho letto una sola volta: magari mi sono anche piaciuti, ma una sola volta basta.

Poi ci sono libri che a distanza anche di anni sento la voglia o il bisogno di rileggere. Uno di questi è Memorie di Adriano, di Marguerite Yourcenar.

Me lo consigliò mio cugino, molti anni fa; l’ho divorato. Mi sono sempre chiesta come una donna abbia potuto identificarsi tanto in un personaggio maschile… ma è una domanda senza senso. Forse che Flaubert non è stato capace di tratteggiare i sentimenti e le emozioni della sua Emma, o Tolstoi non ha reso l’anima inquieta di Anna Karenina in modo “femminile”?

Ecco la mia citazione:

Sono nata il ventuno a primavera

Pubblicato marzo 21, 2014 da labiondaprof

Alda Merini

Sono nata il ventuno a primavera

Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera.
fiori

We have a dream…e il mio racconto è tra i vincitori!

Pubblicato novembre 6, 2013 da labiondaprof

#wehaveadrem

Scuola Holden

E’ iniziato tutto così: qui.

Qualche giorno fa, ho partecipato ad un’iniziativa importante: questa.

Ho scritto un tweet, che diceva così: La speranza è un ponte, con fondamenta nel presente e ali nel futuro.

Poi il mio tweet è stato selezionato, e mi hanno chiesto di scrivere un racconto.

Il racconto era sul tema della speranza…  E chi, se non gli alunni, rappresentano la speranza per chi di mestiere fa l’insegnante?

Ecco il link al racconto: http://www.telecomitalia.com/tit/it/wehaveadream/archivio/speranza.html

Il mio racconto è risultato tra i 4 vincitori per la parola speranza, e farà parte dell’ebook che sarà pubblicato dalla Scuola Holden alla conclusione di tutta la selezione.

Che dire? Sono felice, e lusingata.

 

#wehaveadream: ci sono anche io

Pubblicato ottobre 30, 2013 da labiondaprof

images

Cinquant’anni fa il discorso di M.L.King, I have a dream.

Ai miei alunni di terza lo faccio leggere in italiano e in inglese, in versione integrale. Piace, e piace sempre. Anche ai più impermeabili a qualsiasi attività.

La Scuola Holden, in collaborazione con Telecom, ha organizzato un’iniziativa, che potete leggere qui: http://www.telecomitalia.com/tit/it/wehaveadream.html

e qui: http://www.telecomitalia.com/tit/it/wehaveadream/progetto.html

E qui c’è anche il mio racconto: vi va di votarlo?

http://www.telecomitalia.com/tit/it/wehaveadream/racconti/speranza/racconto-3.html

Grazie!