blocco dello scrittore

Tutti gli articoli con tag blocco dello scrittore

Il blocco della blogger

Pubblicato settembre 9, 2013 da labiondaprof

snoopy-scrivania-556x380

Le vacanze? Quelle sono finite-ah, le luuunghe vacanze degli insegnanti.

Tornata, sono tornata.

E allora perchè il blog è fermo? Inchiodato ad una foto di sole-mare-ricci in libertà?

Credo di essere stata colpita dal blocco della blogger, un disturbo scalcinato, apparentato con il più nobile blocco dello scrittore.

Vagheggio post sulle recenti vacanze, compongo mentalmente post sulla scuola, inizio e abbandono post sui libri letti in estate…

Passerà? Credo di sì. Però quando la vita, là fuori, corre veloce e richiede tempo, attenzione e concentrazione, la testa non riesce a fermarsi sulle parole.

Progetti di vita, progetti lavorativi, cambiamenti nel quotidiano, una certa Biondina che inizierà la scuola, decisioni da prendere.

Oddio, non è che mi servono altre vacanze?

Vento d’estate: blocchi e segnali di fumo

Pubblicato luglio 16, 2012 da labiondaprof

Ecco, ci sono caduta in pieno.

Come disse qualcuno: “Dato che il secondo libro è il più difficile, passerei direttamente al terzo”. Possiamo parlare tranquillamente di blocco dello scrittore, anzi, della scrittrice.

 

E poi, dedicato a qualcuno che a volte mi legge… (e io so che capirà, anzi, capiranno, femmine e maschi).

Fumare

Fumare fa male. Oltre a far spendere un sacco di soldi. Teneteli e comprate qualcosa di più cool.

Fumare non ti rende più figo/più figa.

Fumare fa venire le rughe, i denti gialli, l’alito cattivo. E altre cosette, tipo malattie cardiovascolari, tumori vari, e mille altre schifezze magari non mortali, ma insomma.

Fumare non ti farà sembrare più simpatico/simpatica

Fumare non ti farà sembrare la regina della festa, o il bello e dannato della serata.

Fumare non conferisce carisma, classe, stile o “un look pazzesco”.

Fumare fa immediatamente capire che si ha bisogno di un bastoncino per sentirsi sicuri… praticamente è un ciuccio per adolescenti. Volete anche il bavaglino?

E poi: nessuno vorrà baciare una seconda volta una ragazza se la prima volta ha avuto l’impressione di baciare un posacenere…

e vale anche per i maschi, sappiatelo.

Le fotografie si riferiscono ovviamente ad un giovane Keith Richards (prima) e ad un mal conservato Keit Richards (dopo)

Rimane sempre uno splendido chitarrista e l’anima dei Rolling Stones, ma insomma, sembra avere 120 anni…