STrage di capaci

Tutti gli articoli con tag STrage di capaci

Per questo mi chiamo Giovanni: Venerdì del libro

Pubblicato maggio 25, 2012 da labiondaprof

Questa settimana la scelta era quasi obbligata:

 

Un bambino e un adulto.

Un padre e un figlio entrambi siciliani, di Palermo.

Una giornata intera trascorsa insieme, per il compleanno del figlio.

Una giornata intera a raccontarsi la vita, la propria, e la vita di un uomo, un giudice, un eroe:  Giovanni Falcone.

Un bambino che vede i luoghi della vita e della morte di quel Giovanni, e capisce perché suo padre lo ha chiamato così. Un padre che spiega al figlio cos’è la mafia; un bambino che capisce che la mafia va combattuta anche nella vita quotidiana, a scuola, dove piccoli prepotenti possono voler imporre violenza e omertà.

Con la prefazione di Maria Falcone, un libro imprescindibile, a partire dai 9 anni.

 

23 maggio 1992-23 maggio 2012

Pubblicato maggio 23, 2012 da labiondaprof

Oggi a scuola ho parlato di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due giudici, due uomini che per il fatto di aver voluto far bene il proprio lavoro sono diventati degli eroi, loro malgrado. Due uomini coraggiosi, due bravi giudici, che sono morti per le loro convinzioni, per le loro idee di Giustizia e di Stato.

Io ero giovane venti anni fa, non come i mie alunni, ma ero giovane. Ed ora, in questi giorni di dolore, sconcerto e paura di un passato che ritorna, mi è di consolazione guardare negli occhi dei miei studenti, e di mia figlia: occhi grandi, innocenti, pieni di speranza. Speriamo, speriamo che tra vent’anni per loro possa essere diverso.

Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande. Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno. In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere.